Chi siamo

Chi siamo

“Mapuche” è un’Associazione giovanile apolitica, libera e aperta a tutti, che nasce soprattutto per diffondere la cultura del volontariato ed ampliare la conoscenza della civiltà ambientale, artistica e solidale attraverso scambi e contatti tra persone ed associazioni.

L’associazione nasce da un gruppo di persone che hanno fatto del loro impegno per il territorio il simbolo di un’attenzione nuova alle questioni sociali ed ambientali, giovani che vogliono diffondere la propria dedizione agli stessi temi attraverso iniziative di partecipazione e condivisione, scambi culturali che si nutrono di entusiasmo e costruttività. Un gruppo di giovani che crede fermamente nella forza dell’insieme, e che intende aprire la propria passione per il volontariato attivo a quanti vogliano dare il proprio contributo alle piccole, grandi sfide di oggi, prime fra tutte quelle ambientali e di sostegno all’auto-sviluppo.

Gli scopi specifici con cui nasce “Mapuche” sono i seguenti:

  • diffondere la cultura del volontariato nel mondo giovanile e non;
  • ampliare la conoscenza della cultura ambientale, solidale ed artistica in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;
  • allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, nel campo del volontariato e nel campo ambientale;
  • proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di ampi interessi culturali;
  • promuovere il concetto di cittadinanza attiva Europea;
  • valorizzare le risorse ambientali, umane, storiche ed artistiche del proprio territorio;
  • fornire supporto di valenza sociale a bambini, giovani ed anziani del proprio territorio.

Perché “Mapuche”…

I Mapuche sono gli abitanti amerindi originari del Cile Centrale e Meridionale e del Sud della Argentina (Regno di Araucanía e Patagonia). Il nome deriva dalla fusione di due termini Mapudungun: Che, che significa “Popolo”, e Mapu, “della Terra”.

I Mapuche hanno una economia basata sulla agricoltura; la loro organizzazione sociale è sviluppata in famiglie estese, sotto la direzione di un “lonko” o capo. Di fatto sono una etnia variegata composta da numerosi gruppi che condividono tra loro una stessa struttura sociale, religiosa ed economica, così come una eredità linguistica comune. I Mapuche resistettero con successo a molti tentativi dell’Impero Inca tesi ad assoggettarli, e questo sebbene mancassero di una organizzazione propriamente statale. Combatterono anche contro i conquistadores e, usando il fiume Bío-Bío come frontiera naturale, riuscirono a resistere ai tentativi di colonizzazione dal 1500 al 1800.

Abbiamo scelto “Mapuche” proprio per rimarcare la nostra vicinanza alla terra d’origine, ai luoghi da cui vogliamo far partire il nostro impegno. La nostra associazione vuole incarnare lo spirito del “Popolo della Terra”, nella doppia accezione di attaccamento al territorio di origine e di attenzione al valore dello scambio tra i popoli e le culture del Mondo. Un “popolo della Terra”, dunque, senza confini né solchi, ma sfumature e realtà da conoscere da vicino

Documenti sociali

L’associazione giovanile “Mapuche” è nata a Cese di Avezzano il 2 febbraio 2012.

Il logo di “Mapuche” è stato disegnato da Stefano Vittorini

Direttivo in carica

Presidente: Roberto Cipollone 1993

Vice-presidenti: Michele Cipollone e Fernando Alfonsi

Consiglieri: Giulio Chiostri (tesoriere), Mirko Cipollone, Roberto Cipollone 1980 (segretario), Giorgio Di Fabio, Laura Di Giamberardino, Benedetta Marchionni, Miriam Murzilli

"Per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio"
(proverbio africano)